In un'atmosfera d'altri tempi, potete trovare ambienti d'incontro per la cultura e l'ospitalità, all'interno di un antico convento ristrutturato ed attrezzato con le più moderne tecnologie

Il Centro ospita gruppi, singoli e famiglie, offrendo loro la possibilità di soggiornare in un ambiente riservato e sereno nel centro storico di Venezia, proprio dietro alle Gallerie dell’Accademia, con un affaccio diretto anche alle Zattere sul Canale della Giudecca.

L’intero complesso si sviluppa attorno a tre chiostri settecenteschi ed ad un chiostro quattrocentesco con annessa la Chiesa di Santa Maria della Visitazione; per la sua vastità, la sua architettura, i suoi giardini ed il suo silenzio, rappresenta un’oasi all’interno della città: qui anche gli ambienti parlano, creano atmosfera e suscitano emozioni.

IL NOSTRO VIDEO...

Vi farà scoprire le meravigliose atmosfere, l’incredibile patrimonio artistico del Centro Culturale Don Orione Artigianelli e la magia di Venezia.

In città

alt
September 22, 2018

Venezia è una città sorprendentemente verde: il suo centro storico è costellato sia di parchi aperti al pubblico – come i Giardini Napoleonici e della Biennale, i Giardini Papadopoli, aree ideali per una sosta per riposare e consumare il proprio pranzo al sacco - che di orti e giardini storici appartenenti a istituzioni e musei. Guarda la mappa delle aree di ristoro per ullteriori info. Da non perdere anche la visita al Giardino Mistico, l'orto-giardino degli Scalzi, accanto alla stazione ferroviaria Santa Lucia; agli orti e ai chiostri di San Francesco della Vigna, a Castello; all'orto-giardino e ai chiostri del Redentore alla Giudecca; al parco e ai chiostri di San Giorgio Maggiore; al giardino del monastero di San Lazzaro degli Armeni, luoghi di meditazione e pace, immersi nel verde. Il giardino di Palazzetto Bru-Zane è visitabile in occasione dei concerti dedicati alla musica del romanticismo francese. Si tinge dei colori autunnali il giardino di Ca' Rezzonico, mentre dal giardino di Palazzo Cavalli Franchetti si gode di uno scorcio unico sul Canal Grande. Insolito il Giardino delle sculture Nasher dove vengono esposte opere della Collezione Peggy Guggenheim e il giardino di Carlo Scarpa sul retro di palazzo Querini Stampalia.

La stagione è ancora propizia alle visite delle oasi, dune e pineta di San Nicolò e alle zone umide di Santa Maria del Mare, seguendo il Percorso cicloturistico lungo il Litorale del Lido e Pellestrina, utilizzando i mezzi di navigazione ACTV.per i cicloturisti.  Non scordare che nel centro storico di Venezia non si può circolare in bici. In terraferma visita i Parchi e il Bosco di Mestre, seguendo dei bellissimi itinerari che ti faranno vivere il verde in perfetta armonia con l'ambiente.

Da non dimenticare i giardini e i parchi delle ville della Riviera del Brenta dal Labirinto di Villa Pisani al Parco di Villa Venier Contarini a Villa Widman o Villa Foscari o Malcontenta.

alt
September 14, 2018

L'autunno è un periodo meraviglioso per visitare la città: Venezia si mostra nella sua versione più autentica, la città quotidiana dei veneziani e ci sono ancora molte cose da vedere e da fare. La Festa del Mosto all’Isola di Sant’Erasmo il 30 settembre. Vi saranno attività di animazione per bambini, la dimostrazione della pigiatura, la famosa regata di voga veneta “mista” (dove gli equipaggi, a differenza di qualsiasi altra competizione a remi, sono composti da un uomo e una donna) e la banda musicale. Il 5-7 ottobre torna il Festival dei Giardini, un'occasione speciale per una passeggiata tra i colori oro-rosso-arancio dei giardini autunnali, spesso chiusi al pubblico. Migliaia i maratoneti iscritti alla Venicemarathon, il 28 ottobre partenza da Stra lungo la Riviera del Brenta, arrivo in Riva Sette Martiri. Da non perdere la Biennale Architettura (fino al 25 novembre) e i 500 anni dalla nascita del Tintoretto , le nuove mostre e le stagioni teatrali e musicali (consulta il Calendario degli eventi). Il 21 novembre si celebra la Festa della Madonna della Salute, con un ponte provvisorio sul Canal Grande per la Chiesa della Salute e cerimonie religiose. È una festa molto veneziana, ancora oggi vissuta da migliaia di persone che si recano in pellegrinaggio per rendere omaggio alla Vergine e accendere un cero, chiedendole di mantenerli in buona salute. La processione di fedeli passa davanti alle bancarelle che vendono dolciumi, palloncini colorati e giocattoli. Un menu tipico viene preparato solo per questa occasione.

In terraferma, nelle isole e nel centro storico sono moltissime le offerte di eventi per Le Città in Festa. Se siete alla ricerca di nuove prospettive per scoprire la vera anima della città, l'autunno è la scelta migliore.

alt
September 07, 2018

Ogni anno per due giorni, l'Italia celebra le Giornate europee del patrimonio, nel quadro del programma promosso dal Consiglio europeo e dalla Commissione europea dal 1991. Milioni di persone visitano i tesori del patrimonio in tutti i 50 stati aderenti alla Convenzione culturale europea. L'obiettivo è quello di enfatizzare il ruolo centrale del patrimonio culturale nella società italiana, celebrare la storia e l'identità culturale rafforzando il legame con i rispettivi territori, tradizioni e coinvolgere le comunità partecipando agli eventi.. Anche a Venezia aderiscono i luoghi della cultura statali e i musei locali, oltre a gallerie, fondazioni e associazioni private con visite guidate, iniziative speciali e aperture di spazi normalmente chiusi al pubblico. Sabato 22 settembre sono previste anche aperture straordinarie serali con ingresso al costo simbolico di 1 euro.

Fonte "DeTourism"
alt
August 31, 2018
Il centro storico di Venezia è interamente pedonale, non è consentito l'uso della bicicletta o di altri cicli, nemmeno se condotti a mano. Tuttavia è possibile condurre la bicicletta a mano per il breve tragitto tra Piazzale Roma e la stazione dei treni di Venezia Santa Lucia, ossia nel tratto compreso tra Piazzale Roma, il Ponte della Costituzione, la fondamenta Santa Lucia, calle Favretti fino alla chiesa degli Scalzi. Se si arriva a Mestre con la bici, è a disposizione un BiciPark con oltre 800 posti nei pressi della stazione ferroviaria di Venezia Mestre, in via Trento. Nel resto del territorio comunale e metropolitano di Venezia, è possibile scegliere tra molti percorsi e servizi dedicati a cicloturisti e appassionati della bicicletta. Esistono piste ciclo-pedonali a Mestre e negli altri centri abitati della terraferma, nei parchi San Giuliano e Albanese e nei boschi di Mestre. Si sviluppano inoltre degli itinerari ciclabili lungo i corsi d’acqua dell’entroterra. Interessano il territorio veneziano anche la suggestiva ciclovia delle isole Lido e Pellestrina,la Ciclovia Monaco – Venezia. o altri percorsi di cicloturismo nella regione Per raggiungere le isole di Lido e Pellestrina con la bici al seguito, potete utilizzare le linee dedicate di trasporto pubblico ossia: Per brevi spostamenti in bicicletta è disponibile il bikesharing, un servizio pubblico di noleggio biciclette totalmente automatizzato, attivo tutti i giorni 24 ore su 24. Le biciclette sono posteggiate in 18 ciclostazioni, dislocate in punti strategici tra la terraferma e il Lido di Venezia. La prima ora di utilizzo è gratuita, mentre i minuti successivi si pagano in base alle tariffe previste. È possibile prelevare la bicicletta presso un punto di distribuzione e depositarla nello stesso punto oppure in un'altra ciclostazione. Per accedere al servizio di bikesharing occorre essere in possesso di una tessera imob – Venezia Unica. L'iscrizione si effettua on line sul portale dedicato oppure presso i punti vendita abilitati. Fonte "DeTourism"
alt
August 23, 2018

Siete invitati al concerto di musica sacra presso la nostra Chiesa di Santa Maria della Visitazione venerdì 31 Agosto alle ore 18.00 con ingresso gratuito. Il progetto internazionale corale del Dr. Edzard Burchards e del Dr. Kai Schulze-Forster ha scelto musiche di Willaert, Gabrieli, Monteverdi, Merulo, Legrenzi, Lotti.

 

NEL CUORE DI VENEZIA

mappa-home