INVERNO A VENEZIA

Viaggiare è un modo di vivere, ci mantiene vivi e connessi gli uni agli altri, oltre la tecnologia, anche se di essa ne beneficiamo, visto che in pochi clic possiamo saperne di più su Venezia.
Vuoi scoprire luoghi segreti e suggerimenti per vivere la città come uno del posto e nello stesso trempo rispettare questa città che è sito UNESCO patrimonio mondiale dell’umanità?  E allora consulta #EnjoyRespectVenezia, la campagna di sensibilizzazione della Città di Venezia promossa per orientare i visitatori verso l’adozione di comportamenti responsabili e rispettosi dell’ambiente, del paesaggio, delle bellezze artistiche e dell’identità di Venezia e dei suoi abitanti.

Troverai indicazioni sui comportamenti da mantenere in città e i suggerimenti per percorrere quegli itinerari sostenibili al di fuori dei soliti percorsi che conducono alla scoperta di scorci di città inusuali; palazzi, giardini, chiese e musei sconosciuti ai più; borghi storici delle isole della laguna; antiche fortificazioni, aree naturali e percorsi ciclopedonali nella terraferma veneziana.
Anche d’inverno Venezia ha il suo fascino….scoprilo, girandola con la massima tranquillità godendoti la città, rispettandola, per viverla al meglio!

Fonte “DeTourism”

DICEMBRE A VENEZIA

Il periodo natalizio è il più bello dell’anno, specialmente per i bambini, e trascorrerlo poi a Venezia aggiunge la magia di vivere la città nella sua dimensione più intima, più locale e, proprio per questo, insolita.

Musica, mercatini, animazione per bambini, piste di pattinaggio a Venezia e molto altro ancora.

Molte le mostre in città. Da non perdere Autunno a Palazzo Fortuny dal 14 dicembre al 24 marzo 2019 con Futuruins mentre al Centro Culturale Candiani fino al 03 marzo 2019 è in mostra Venezia e San Pietroburgo. Mecenati, artisti e mercanti

E poi musica, concerti, spettacoli teatral, tra gli altri ti segnaliamo Avvento in Musica presso la Chiesa di San Trovaso il 9,16,23/12, la Rassegna San Martino a Natale il 21-22/12 presso la Chiesa di Santa Sofia e di San Felice; lo spettacolo Christmas special guests al Teatro Goldoni il 22 e 23 dicembre.  A Mestre,  Candiani Groove il 7 e 14 dicembre. Il Teatro Toniolo apre la rassegna Teatro per le feste il 22 e 23 dicembre con A Christmas Carol  altre rappresentazioni si susseguono fino al 6 gennaio con uno spettacolo dedicato ai piccoli Il magico Zecchino d’Oro.

LE VILLE DELLA RIVIERA DEL BRENTA

Uno degli itinerari più ricchi di venezianità, in terraferma,  è senza dubbio la Riviera del Brenta. Percorrerlo,  è un’occasione  per conoscere meglio la realtà veneziana inserita nella sua storia – che non la vede come un centro unico, sorto per magia in Laguna –  e conoscere i paesaggi che hanno influenzato la cultura veneziana, i luoghi dove i veneziani amavano trascorrere le estati nei palazzi e nelle ville, costruite per le vacanze. E allora ecco ad Oriago,  la villa palladiana La Malcontenta, visibile solo dall’esterno, durante la stagione invernale, oppure visitabile solo per gruppi di almeno 30 persone, su appuntamento. A Mira Porte, sul lato nord del fiume, villa Foscari-Widman e la Barchessa Valmarana. Ecco poi, a Mira,  Villa Contarini detta dei Leoni, per la presenza di due marzocchi (leoni portanti lo scudo) all’entrata di fronte al fiume. A Strà sorge, in un parco di 14 ettari, la favolosa Villa Pisani, sede del Museo Nazionale, con pregevolissimi affreschi, tra i quali quelli di Tiepolo nella sala da ballo. Nella stessa località, l’altra Villa Pisani, detta La Barbariga, ottocentesca, in un giardino di stile inglese.

LE FESTE TRADIZIONALI DI NOVEMBRE A VENEZIA

San Martino, l’11,   e la Festa della Salute, il 21,  sono le due ricorrenze da festeggiare nei prossimi giorni, per vivere la città come uno del posto.
San Martino è più una festa dedicata ai bambini che ancora girano a “batter san martin” cantando una filastrocca, in cambio di dolci e monetine.

Nei negozi e pasticcerie è in vendita il tipico dolce di biscotto, variamente decorato, di San Martino a cavallo con la spada.

La Madonna della Salute è invece una festa che vede partecipi tutti i veneziani a ricordo e suffragio alla Madonna per cui fu eretta la Basilica, a seguito del voto fatto dal doge per debellare la  terribile peste del 1630.

Da allora ogni 21 novembre i veneziani ricordano quale bene insostituibile sia la salute, sia come bene fisico che spirituale.

Dal 16 al 21 novembre ritorna il tradizionale appuntamento dedicato ai veneziani: in occasione della Festa della Salute l’entrata al museo Guggenheim  è gratuita per i residenti dei 44 comuni della Città Metropolitana di Venezia, presentando un documento d’identità e/o tessera Venezia Unica. L’ingresso al museo non richiede prenotazione. Per ragioni di sicurezza l’accesso sarà contingentato.

Il 21 novembre è mercoledì, quindi come ogni mercoledì per i residenti della città metropolitana ingresso libero a Palazzo Grassi e Punta della Dogana.

Biennale Architettura e altre mostre in Ottobre

Le ragioni per visitare Venezia sono molteplici e le belle giornate autunnali sono ancora invitanti per passeggiare, scegliendo gli itinerari più nascosti. Qualsiasi sia la ragione per cui volete programmare un viaggio in città, vi consigliamo innanzitutto di consultare il Bollettino del Turista per scegliere le giornate meno affollate.
Venezia è comunqe sempre un laboratorio di cultura, un ambito in cui essa svela il suo volto migliore.

E allora ecco alcune suggestioni. Sono le ultime settimane per visitare la Biennale Architettura #Freespace fino al 25/11/2018. Oltre ai padiglioni nazionali ai Giardini, e all’Arsenale, molte sono le sedi sparse in tutta Venezia, in palazzi storici, chiese e musei. Ecco allora che visitare l’isola di San Giorgio permette di ammirare oltre alle opere esposte per la Biennale, anche la mostra dedicata a Carlo Scarpa giovane e alla sua collaborazione con la vetreria Cappelin. Già che siete in isola, poi, non dimenticate di salire sul campanile di San Giorgio Maggiore per godere dello stupendo panorama e visitare anche l’Abbazia. Se invece amate il verde, non scordate un giro nei giardini e labirinto Borges e alle collezioni d’arte.

Snapshots from the Garden of Eden, continua al Museo Ebraico fino al 04/11/2018.

Léon Bakst. Symbol of the Ballets Russes a Palazzo Cini fino al 19/11/2018. Proseguendo poi da San Vio, si incontra la Collezione Peggy Guggenheim con 1948: la Biennale di Peggy Guggenheim, la mostra , il giardino e le iniziative riservate ai bambini dai 6 ai 10 anni, possessori della Guggenheim Family Card.